sabato 7 giugno 2014

chi vuole un gelato?

Arrivano i primi caldi e noi, potendo, vivremmo di gelato e poco altro. Ma credo che un nutrizionista non approverebbe del tutto questo regime alimentare.
"Chi vuole un gelato?" va quindi strillando per casa la  pupa grande in questi giorni con tono e volume da mercante della Vucciria.
Come non dar seguito ad una tale appassionata inclinazione?
Presto detto, presto fatto. Un po' di materiali di recupero, qualche intruglio, la giusta compagnia e il passatempo scaccia noia della nostra estate è pronto. Giochiamo al gelataio!



Per la bottega abbiamo preso:

  • coppette usate, ciotoline varie, vasetti, bicchierini...fate voi.
  • bottigliette, dell'acqua, del succo, dello yogurt da bere, anche in questo caso fa lo stesso.
  • alcuni coni ricavati da indovinate? sì, sempre loro: i cartoni delle uova
  • cucchiai, mestolini, cannucce
  • un'insegna
  • una gentile e simpatica combriccola di clienti fedeli


Per il gelato invece:
  • Pasta da modellare al bicarbonato. Per chi ancora non la conoscesse si fa cosi: mescolate in un pentolino 2 tazze di bicarbonato, 1 tazza di amido di mais, 1 tazza e mezza di acqua. Mettete sul fuoco e fate scaldare amalgamando ben bene con un cucchiaio di legno. Quando l'intruglio inizierà a prendere consistenza e a staccarsi dal fondo e dai bordi del pentolino vuol dire che è pronto. Mettetelo in una ciotola e lasciatelo raffreddare.
  • Cacao, qualche ciliegia ammaccata, pinoli, e tutto quel che la fantasia vi suggerisce per sperimentare innovativi gusti di gelato.
  • Aceto 

Bene. Ora che avete tutto pronto non vi resta che aprire la vostra bottega e accogliere i vostri clienti in terrazza.
Noi abbiamo preparato delle ottime coppette di gelato alla panna, decorate con una spolverata di cacao e con ciliegie ripiene alla panna.

E anche dei coni alla panna e pinoli.
Ovviamente il servizio al tavolo è compreso nel prezzo.
Una buona gelateria che si rispetti serve anche freschi frappè e dissetanti cocktail.
Che qui da noi si preparano così: riempire una bottiglietta di gelato, rigorosamente con le mani.
 Versare poi dell'aceto. Aspettare che il gelato si sciolga e schiumi al punto giusto.
 Mettere la cannuccia e servire il frappè. Yummy!
Per i cocktail abbiamo seguito la stessa ricetta, aumentando però la quantità di aceto, osservando più da vicino la schiumosa reazione tra gli ingredienti. Occhio però: l'aceto puzza!
Ecco qui i nostri gusti di tendenza dell'estate 2014: gelato panna e pinoli per i più piccoli e per gli appassionati di long-drink una fresca ed invitante pigna annacquata.
Gelatosa estate a tutti!

Questo post partecipa all'#estatericiclattola!

9 commenti:

  1. Ah ah ah che belli....mi sembra un gioco perfetto per il periodo!
    Claudia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. già...co' 'sto caldo...ci si squaglia!

      Elimina
  2. Favoloso!!! Da amante del gelato in ogni stagione, me lo sarei mangiato!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il cono con il pinolo e la ciliegia faceva voglia pure a me. il cocktail proprio no...sembrava uno di quegli intrugli che s facevano da piccoli al ristorante...bleah! ;)

      Elimina
  3. Che bello vedere i tuoi bimbi che pastrugnano in libertà. Uno dei ricordi più vividi delle mie estati è di quando una zia trovò in cantina un sacco di confezioni di pastine e pappe in polvere scadute: io e mia cugina abbiamo passato settimane cucinando budini di terra e semolino! (e non eravamo mica così piccine come i tuoi bambini!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche le torte di fango sono una prelibatezza creativa e pastrocchia che ricordo e ripropongo sempre volentieri!

      Elimina
  4. wow ma devo assolutamente provareeeeee!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. prova prova! ;) poi voi avete anche quel fantastico chiosco a righe rosse! ;)

      Elimina
  5. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...