giovedì 19 dicembre 2013

rockin'around the pigna tree

Tanto abbiam detto e tanto abbiam fatto in questi giorni e qui manco una traccia, una spennellata di verde, uno schizzo di brillantini, una sforbiciata in allegria.
Urge rimediare.
Con una luuuunga carrellata di spunti e inspirazioni di art&craft e diy a tema, ovviamente, ipernatalizio, dalla quale attingere a piene mani se ancora vi manca qualcosina.

Ready, Steady, Go!

Rockin' around the pigna tree.
Ovvero l'alberello glam da regalare ai nonni.
In poche semplici e luminose mosse.
Prendete una pigna.
E dell'acrilico verde.






Non amo particolarmente l'effetto metallizzato, anzi.
Ma il caso vuole che tempo fa io abbia comprato un set di 6 flaconcini di acrilico, molto metallizzati a mia insaputa.
Sto quindi cercando di liberarmene perchè non voglio più trovarmeli tra le mani e i pennelli.
Anche se in certi casi quel loro sbrilluccichio calza proprio a ..pennello.
Natale è uno di questi casi.

Una volta asciugato lo strato di very glam green prendete della tempera bianca, o colori a dita.
Fate nevicare abbondantemente sul vostro pigna tree.






Quando anche la neve sarà asciutta fate scendere una pioggia di brillantini.
Io ho usato quelle colle glitter in formato penna e abbiamo spalmato un po' con le dita.
Se usate brillantini "a secco" allora è meglio che la pioggia glitter cada sulla neve ancora fresca, cosi ci si appiccica sopra.

Et voilà.
Il regalino handmade per i nonni è pronto!




Sempre in tema Natale glam abbiamo prodotto un mucchietto di stelline e cuoricini con la pasta di sale e, dopo averli fatti asciugare sul termosifone li abbiamo spennellati di acrilico rosso e oro.
Serviranno a completare l'altro regalo handmade che deve ancora rimanere nell'ombra, altrimenti addio sorpresa.






Poi, le christmas cards, altrimenti dette i biglietti d'auguri.
Ne ho fatti un po' per il mercatino raccogli-fondi e rimpingua-cassa della scuola materna di Cora.
Avevo bisogno  di qualcosa di semplice e veloce realizzazione, e volevo qualcosa che le altre mamme e gli altri papà si potessero portare via a cuor leggero, senza pensare e "mo' questo dove me lo metto?"
I biglietti sono perfetti: li prendi, li scrivi, li dai via.
Eccoli qui:







Sempre per il mercatino della scuola ho fatto una serie di stelline 3d, che ho imparato a fare qui da questa maga delle forbici, da appendere all'albero o dove uno vuole.



Ne ho fatta qualcuna anche per noi, ovviamente.
E hanno trovato posto sulla ghirlanda di benvenuto.
Qualche filo di lana e un campanello e la ghirlanda è fatta.
Ha un aspetto un po' marinaresco, con quel bianco-azzurro-rosso...sarà che ho già voglia di estate, caldo e mare?





In fondo non manca poi molto all'estate, siamo a metà strada.
Tra poco le giornate cominceranno già ad allungarsi, lentamente, ma inesorabilmente.
E io son pronta.

17 commenti:

  1. quando si dice... il Natale è alla porta :)
    adoro tutto... ora vado anche a studiare come si fanno le stelle in 3D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh già...toc toc toc...e io sono ancora in ritardo con un sacco di cose e preparativi.
      al momento sono più in sintonia col bianconiglio che col bianco natal!

      Elimina
  2. Ma che carini! Semplici e di effetto!
    Mi ha fatto sorridere la tua chiosa finale... fra un po' di tempo (ma con calma!) inizierò ad attendere la primavera. L'estate, quella, proprio no!!! Ah ah ah!!
    Un bacione e tantissimi auguri!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il fatto è che l'unica stagione che proprio non mi piace è l'inverno...passi il natale e il capodanno...ma poi vado in astinenza di sole e deficit di vitamina d...e vedo tutto grigio.
      buone feste anche a te!

      Elimina
  3. Davvero deliziosa la pigna e l'elaborazione del tuo bimbo. Bellissimo post e...AUGURISSSSSSSIMI anche a te e famiglia. NI

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie mille! e auguroni anche a te!

      Elimina
  4. Ciao Shaula, felice di averti inspirata!! Forse se metti un filo di lana bianco o verde bosco sparisce l'effetto "marinaro"...?! ;)
    E il tuo bimbo quanto si è divertito a fare le pigne colorate?!
    Un caro saluto e grazie per l'affetto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il problema è la mia ossessione per l'accordo cromatico: certe stelline le ho fatte con un cartoncino a tema invernale, con fiocchi di neve rossi e azzurri e io subito a mettere il filo di lana azzurro...solo che è un azzurro più navy che altro e quindi, voilà la ghirlanda marinara!
      :)
      avevo pensato anch'io di eliminare il filo azzurro e fare tutto in bianco...se finito il mucchio di cose che ancora devo fare magari cinque minuti prima del pranzo di Natale mi ci metto! anche se dubito...
      grazie a te, e a presto!

      Elimina
  5. Senti mi illumini su come si fa la pasta di sale che trovo i fo contraddittorie e io mi fido solo di te :) mai fatta... va bene co nanetto di 22 mesi, si vero?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. con nanetto di 22 mesi plastiline, argille e paste modellabili di qualsiasi natura vanno più che bene, anzi è proprio l'età migliore!
      ovviamente con quelle "alimentari" si sta più sereni...
      io con la pasta di sale vado un po' ad occhio: una tazza di sale fino, una tazza di farina e acqua q.b., diciamo che devi ottenere una consistenza compatta ma malleabile, elastica e che non si sbricioli...come con l'impasto per la pizza, l'unica è provare varie volte finchè non prendi mano e capisci qual è il punto di equilibrio fra le parti solide e l'acqua.
      a me comunque non sempre riesce bene, soprattutto la fase asciugatura, a volte mi è capitato che rimanessero molli dentro o che si crepassero, dipende anche dalle dimensioni del manufatto.
      in rete si trovano anche altre ricette per fare una sorta di didò che conservato in frigo dura un po', di solito sono a base di farina e qualche amido o bicarbonato o cremor tartaro, certe con olio, certe senza, alcune prevedono di cuocere un po' l'impasto prima di usarlo, altre no...
      dovrei fare un post antologico!
      quest'anno sta spopolando una pasta a base di bicarbonato e maizena, dall'aspetto finale bianchissimo e liscissimo, devo ancora provarla, ma sembra molto veloce e facile.
      io l'ho scoperta qui http://www.quandofuoripiove.com/2013/11/la-pasta-da-modellare-al-bicarbonato.html
      baci modellabili!

      Elimina
    2. Io aspetto con ansia il post antologia. .. (il fatto è che io non so bene neanche che si fa con la pasta di sale)

      Elimina
  6. Anch'io vorrei dritte sulla pasta di sale...e comunque mi piacciono molto anche le pigne, perfette per decorare, e magari con una candela al dentro sarebbero perfetti centrotavola!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh sì, le pigne hanno grandi virtù!
      per la pasta di sale ti rimando al commento sopra!
      a presto!

      Elimina
  7. Bello, bello, bello tutto! Che dire i tuoi aiutanti sono davvero bravi, invece a casa mia ogni attività del genere finisce che pasticcio solo io, la mia piccola perde l'entusiasmo esattamente dopo tre minuti di orologio. Hai un trucchetto da suggerire per farla divertire di più? Io ci provo sempre, quasi tutti i giorni, ma sembra che le attività manuali non la interessino proprio :-(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie cara.
      ora ti svelo un segreto :)
      i miei bimbi, soprattutto il piccolo, partecipano per tre minuti di orologio...il tempo di scattare un paio di foto!
      no, in realtà non va proprio così.
      diciamo che il successo sta nel proporre l'attività, anzi i materiali per l'attività e lasciare che poi loro la interpretino e la svolgano a loro piacimento.
      in soldoni: io prendo pigne e pennelli e colori, inizio a colorare, loro mi seguono, tempo due minuti loro cominciano a
      -spalmarsi il colore sulle mani
      -a imbrattare tavolino e sedie
      -a usare i pennelli come bastoncini e il tavolo come tamburo
      -varie ed eventuali
      quindi io porto a termine il progetto, non sempre ovviamente, ma nel caso delle pigne e delle stelline ho dato una mano finale di colore, altre volte lascio tutto così come è uscito dalle loro mani.
      a loro offro fogli in quantità e li lascio spaciugare...e lì sì che si divertono!
      quando abbiamo "messo la neve" sulle pigne abbiamo finito con il colorare con i rotoli di carta igienica e spaghetti crudi al posto dei pennelli!
      poi comunque c'è giornata e giornata, estro o non estro, non sempre le mie proposte riscuotono successo con questi due!

      Elimina
  8. che cose bellisssssimeeeeee
    sai che le stelline di pasta sale e le pigne le ho fatte anche io scorso anno????
    che bella questa coincidenza...
    gli alberi sui cartoncini deliziosi
    e la ghirlanda, adorabile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie mille!
      un anno avevo addobbato l'albero solo con stelle e cuori di pasta di sale le avevo riposte per benino in una scatola per usarle l'anno successivo...ma abitavamo nella casa più umida che ci sia al mondo e l'anno dopo erano da buttare...che peccato :(
      l'albero-pigna invece è stato il primo lavoretto di natale che ho fato fare al nido alla mia prima classe...adesso sono tutti in terza media quegli adorabili marmocchi...aiuuuuto, sto diventando vecchia!
      grazie ancora, a presto!
      e auguroni!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...